Ville Aperte in Brianza 2018

Details
Start:

settembre 15 - 10:00 am

End:

settembre 30 - 08:00 pm

Event Category:

brianza, mostra, museo

Event Tags:

Ville aperte, Ville aperte in Brianza, Ville Aperte in Brianza 2018

Organizer

Ville Aperte in Brianza

Website: Organizer's Website

Ville Aperte in Brianza 2018

XVI edizione. Dal 15 al 30 settembre 2018

5 Province, 70 Comuni, 90 partner, oltre 150 siti pubblici e privati

5 Province, 70 Comuni, 90 partner, oltre 150 siti pubblici e privati, tra ville, palazzi, parchi e giardini, chiese e musei, 500 persone coinvolte nell’organizzazione: dal 15 al 30 settembre si rinnova l’appuntamento con “Ville Aperte in Brianza”, la manifestazione promossa dalla Provincia di Monza e della Brianza che propone visite guidate alla riscoperta del sorprendente patrimonio culturale della Brianza.



Dopo il grande successo dello scorso anno con il record di 35.000 presenze, la 16° edizione si
presenta con tante novità e new entry: sono 10 i nuovi Comuni che aderiscono all’edizione 2018 che
mettono a disposizione i propri tesori allargando per la prima volta la partecipazione al territorio
della provincia di Varese.

La rassegna si svolge in collaborazione con le Province di Como e di Lecco, che hanno il ruolo di
raccordo con i rispettivi territori. Complessivamente, dunque, Ville Aperte in Brianza interesserà 70
Comuni, di cui 33 comuni MB, 7 comuni di Como, 24 di Lecco, 5 comuni della Città
Metropolitana di Milano e per la prima volta Castellanza in provincia di Varese. Ad animare le
attività, insieme agli enti pubblici proprietari dei beni, altri numerosi partner tra associazioni e
fondazioni culturali del territorio.
“Tutto è pronto per la nuova edizione di Ville Aperte 2018 e per questo ringrazio tutti coloro che
lavorano per la riuscita di una manifestazione che ci ha abituato a numeri da record – commenta il
Presidente Roberto Invernizzi – Nonostante le difficoltà degli ultimi anni non abbiamo voluto
rinunciare a portare avanti un progetto che fa bene al territorio, intercettando fonti di
finanziamento messe a disposizione da altri soggetti, istituzionali e non. Credo che Ville Aperte sia
pronta a fare un salto di qualità e per questo serve un impegno concreto di tutto il territorio che
deve credere che investire nella bellezza e nella cultura possa davvero dare un valore in più alla
nostra economia”.
Enti patrocinatori e riconoscimenti ricevuti: Ville Aperte 2018 ha ricevuto il patrocinio
istituzionale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in attesa della
conferma di adesione da parte del Presidente della Repubblica. Anche quest’anno hanno
confermato il loro patrocinio la Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi, il
Touring Club Italiano, FAI – Delegazione di Monza, ADSI Associazione Dimore Storiche
Italiane, AIM – Associazione Interessi Metropolitani, UNPLI – Unione Nazionale Pro Loco
Italiane, Italia Nostra – Sezione di Monza e Regis Rete dei giardini storici.

Tra le novità, l’inserimento di Ville Aperte in Brianza 2018 nel calendario di eventi relativi
all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (European Year of Cultural Heritage), che prevede una
serie di iniziative con forte impronta culturale e identitaria volte a incoraggiare la condivisione e la
valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia
e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo.
L’attività di sostegno all’iniziativa ha ottenuto significativi contributi:
Fondazione Cariplo ha assegnato un contributo di 70.000 euro per il progetto “Ville Aperte in
Brianza. Partecipazione attiva e nuove competenze” che si è classificato al terzo posto in risposta al
bando “Partecipazione culturale”. Il Progetto è stato realizzato dalla Provincia MB, in qualità di
Ente capofila in collaborazione con i Comuni di Arcore, Cesano Maderno, Desio, Lissone in
qualità di partner che hanno messo in atto progetti di valorizzazione e fruizione del territorio
culturale della Brianza: ad Arcore azioni di promozione digitale e multimediale del patrimonio
artistico, in particolare legata a Villa Borromeo D’Adda. Creatività giovanile a Desio attraverso un
calendario di arti performative che avranno come sedi sia Villa Cusani Tittoni Traversi sia altre
ville nel territorio. A Lissone si punta sull’arte contemporanea attraverso l’esposizione e la
presentazione al pubblico delle collezioni d’arte d’archivio del MAC – Museo d’Arte
Contemporanea. A Cesano sono in programma una serie di itinerari turistici utili a conoscere e
scoprire il nostro patrimonio culturale e identitario. Infine, la Provincia di Monza e della Brianza, in
collaborazione con gli studenti della Scuola di Restauro del CFP Terragni di AFOL MB,
provvederà – dalla prossima primavera – al restauro e alla messa in sicurezza delle porte
dell’Oratorio di san Francesco, situato nel complesso di Villa Crivelli Pusterla a Limbiate.
Le ulteriori risorse messe a disposizione da Fondazione Cariplo sono state utilizzate per la
promozione e la gestione di Ville Aperte 2018.
Regione Lombardia, attraverso l’Avviso Unico Cultura 2018, ha assegnato alla manifestazione un
contributo di 10.000 euro, valutando il progetto proposto dalla Provincia di Monza e della Brianza
strategico per la promozione e fruizione del patrimonio culturale del territorio. Il progetto si è
classificato al terzo posto nella graduatoria della Linea 1° “Ambito promozione educativa e
culturale” su 158 progetti complessivi presentati.
Le novità dell’edizione 2018: ad Arcore una delle aperture più attese grazie ai recenti restauri che
restituiscono ai visitatori l’eleganza e lo stile delle sale interne di Villa Borromeo D’Adda. Si potrà
godere della bellezza architettonica della dimora e del suo magnifico parco con specie esotiche ad
alto fusto, e della Cappella Vela, progettata da Giuseppe Balzaretto nel 1850 e abbellita da mirabili
sculture e stucchi degli artisti ticinesi Vincenzo e Lorenzo Vela.
Nel complesso sono 10 le nuove aperture per #VilleAperte18 a partire dalla provincia di Lecco con
l’esposizione del Torcitoio Circolare un gioiello di archeologia industriale conservato nel Civico
Museo Setificio Monti ad Abadia Lariana alla scoperta dell’antica arte della lavorazione del filo
da seta. A Barzago apre il Santuario della Madonna di Bevera, esempio di Barocchetto lombardo è una delle mete religiose mariane più frequentate. Per gli amanti della letteratura sarò possibile
ripercorrere la vita del poeta Giuseppe Parini partecipando alle visite proposte dalla Casa Museo
Giuseppe Parini a Bosisio, dove aprirà anche Villa Bordone detta la Rocchetta. A Verderio apre la
Chiesa dei SS Giuseppe e Floriano.
A Cabiate, spostandosi nella provincia di Como, sarà possibile visitare il Parco di Villa Padulli, un
parco monumentale di oltre 20.000 mq disposto a piani sovrapposti collegati da sentieri pedonali
dove si erge uno splendido carpino secolare. Inverigo debutta con Villa Cagnola, detta “la
Rotonda” e un itinerario dedicato che comprende Viale dei cipressi, piazza Santuario Santa Maria
della noce e la tenuta Pomelasca (giardini di Villa Sormani). Mentre a San Fermo della Battaglia
apre Villa Imbonati la cui fama è legata alle vicende di Carlo Imbonati a cui Alessandro Manzoni
dedicò una lirica celebre.
Per la Città metropolitana di Milano le new entry sono Villa Ghirlanda Silva a Cinisello Balsamo,
composta dall’omonima residenza con annesso ampio giardino storico ed il complesso gentilizio di
Villa Annoni a Cuggiono con annesso parco di 23 ettari secondo solo a Villa Reale di Monza in
Lombardia in quanto parco cintato.
Infine, nella provincia di Varese, sarà visitabile per la prima volta Villa Brambilla, che quest’anno
celebra il bicentenario della costruzione per mano dell’architetto Pietro Pestagalli, dopo un
precedente incarico affidato a Leopoldo Pollack. Dopo la visita agli ambienti interni della villa, sede
comunale interamente restaurata, chi vuole potrà fare una passeggiata nel vicino parco romantico di
Casa Cantoni.
Nuovo portale: Ville aperte cresce e si rinnova anche online con una nuova veste grafica più
appealing, nuove sezioni di ricerca ed approfondimento sui siti coinvolti per dare ai visitatori
strumenti in più per organizzare le proprie visite e conoscere la cultura storia – artistica del territorio
tutto. Da qui sarà possibile prenotare le visite guidate a partire dal 6 settembre con una procedura
semplice e veloce. Inoltre, sarà più veloce l’accesso al sito anche attraverso i dispositivi mobili
(smartphone e tablet): grazie alla conversione full mobile, è possibile consultare le ville e altri siti
con maggior facilità grazie alla nuova versione del sito, visibile direttamente dal proprio telefono
mobile.
Progetti speciali: quest’anno Ville Aperte abbraccia il Sociale sperimentando formule di
collaborazione nel segno della Inclusione anche nel settore turistico – culturale.
E’ partito nel Comune di Desio un progetto di marketing turistico e culturale presso Villa Tittoni
per l’inclusione lavorativa di giovani con disabilità sensoriale: sabato 22 settembre i ragazzi
coinvolti nel progetto affiancheranno le guide professioniste per permettere anche a persone
ipovedenti/non vedenti e sordi di partecipare a Ville Aperte. I tirocinanti hanno realizzato anche una
APP che permetterà ai turisti con disabilità percettiva di visitare la Villa in autonomia.
Il Comune di Vimercate e l’Associazione culturale Viaggiarepertutti organizzeranno con la
collaborazione di Progetto Yeah! – Cooperativa Sociale Quid, nelle giornate del 15-16 settembre, delle attività di formazione ad hoc per operatori nel settore culturale-turistico in tema di turismo
accessibile, disabilità ed accoglienza di visitatori con esigenze specifiche. Il format è composto da
esperienze formative di carattere pratico che hanno l’obiettivo di far vivere in prima persona ai
corsisti i bisogni quotidiani delle persone con disabilità, in modo che possano acquisire strumenti
professionali per la loro accoglienza.
Inoltre, in collaborazione con l’Associazione dEntrofUori ars – Associazione Reinserimento Sociale,
è stato messo in campo un progetto di reinserimento nell’ambito penitenziario attraverso il
patrimonio culturale. Nelle giornate di Ville Aperte in Brianza, alcuni detenuti presteranno servizi
di accoglienza e assistenza al pubblico presso alcuni beni culturali appositamente selezionati.
E poi spazio per le famiglie: sono previsti momenti di lettura organizzati dall’Associazione
culturale Lerbavoglio che offrirà un’occasione straordinaria per scoprire il patrimonio culturale,
architettonico, artistico ai bambini ed alle famiglie all’interno delle Ville, che diverranno delle vere
e proprie performance teatrali attraverso la narrazione di storie del territorio o le fiabe classiche che
evocano ambientazioni simili alle locations per strutture, affreschi e giardini storici o per contesto
(urbano o rurale).
Le letture, tenute da volontari, si svolgeranno ad Aicurzio, Arcore, Barlassina, Bellusco, Cornate
d’Adda, Garlate, Monza, Sulbiate, Triuggio, Usmate Velate, Vimercate, secondo date e orari
indicati nell’apposita sezione online. I partecipanti alle letture, sono volontari che stanno seguendo
un percorso di formazione loro dedicato, focalizzato sia su elementi tecnici quali il tono di voce, i
tempi della lettura, sia sulle metodologie di accoglienza e confronto con i bambini, per offrire loro
un’esperienza piacevole di immersione nella lettura e nella bellezza.
Percorsi ed itinerari turistici a tema: 5 nuovi itinerari alla scoperta di alcune delle dimore storiche
della Brianza, dei parchi, dei giardini e dello straordinario patrimonio di arte e tradizioni che
custodiscono, che implementano la sezione dedicata all’interno del nuovo portale. Protagonisti sono
luoghi di straordinaria bellezza, a volte poco conosciuti che danno la possibilità di immergersi in
atmosfere uniche e affascinanti legate tra loro da differenti tematiche: si potrà scegliere di visitare
ville storiche legate al nome di una nobile famiglia del passato, quella dei Borromeo; oppure
scoprire come si svolgeva la vita quotidiana in villa tra feste, ricevimenti, battute di caccia ma anche
semplice quotidianità e lavoro. Due “passeggiate culturali” sono dedicate a parchi, giardini e ninfei
che hanno rivoluzionato il rapporto tra natura e architettura con gli splendidi giardini di Villa Arese
Borromeo a Cesano Maderno, Villa Litta a Lainate e Villa Gallarati Scotti di Oreno. E infine un
percorso è incentrato sulla storia e lo sviluppo urbano moderno attorno ai palazzi dell’antica nobiltà
della Brianza.
Partecipare a Ville Aperte 2018 è facile. Le visite guidate si effettuano su prenotazione. Una volta
scelti i beni da visitare, è possibile prenotare sul sito web www.villeaperte.info a partire dal 6
settembre 2018. Il costo del biglietto è di 4 € a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni. L’accompagnamento alla visita è curato anche da guide abilitate e da associazioni culturali,
ma non mancano progetti che prevedono il coinvolgimento degli studenti del territorio.
Ville Aperte in Brianza sempre più “social”: anche quest’anno grande attenzione è dedicata
all’utilizzo di strumenti digitali per la fruizione del patrimonio culturale: realtà aumentata, App e
QR-code, migliorano l’accessibilità e la modalità innovativa delle visite, come ad Arcore e Cesano
Maderno. Nell’edizione 2018 ancora maggiore è la presenza di Ville Aperte in Brianza sui social
network, considerati a tutti gli effetti canali di informazione e dialogo con i visitatori dei beni e tutte
le persone interessate al patrimonio culturale locale: siti aperti per l’iniziativa sono raccontati sulla
pagina Facebook Ville Aperte in Brianza e sui profili Twitter e Instagram, costantemente
aggiornati con news in tempo reale, informazioni sull’accessibilità, i principali eventi nelle ville,
musei, parchi. Attraverso l’hashtag #VilleAperte18 è possibile seguire gli aggiornamenti sulla
manifestazione con info, foto, orari.

Per informazioni
www.villeaperte.info
Facebook: Ville Aperte in Brianza
Twitter: @VilleAperteMB
Instagram: @villeapertebrianza

#VilleAperte18

Fonte: Ufficio stampa
Provincia Monza e della Brianza
Tel.039.975.2252